Raccomandazioni in merito all'emergenza idrica

Pubblicato il 24 giugno 2022 • Ambiente , Comune , Emergenza

L’attuale emergenza idrica, che sta colpendo anche la nostra Regione, impone una riflessione approfondita in merito ad un utilizzo responsabile dell'acqua potabile.
Molti territori (anche limitrofi al nostro) sono stati addirittura interessati da provvedimenti restrittivi che hanno limitato l’irrigazione dei campi, l’innaffiamento di orti e giardini, il lavaggio di autoveicoli e simili, nonché il riempimento di vasche, fontane o piscine.
Sono stati esclusi dal divieto solo i normali usi domestici, igienico-sanitari, antincendio e produttivi, per i quali comunque si consiglia attenzione e risparmio.

In particolare si ritiene opportuno raccomandare consumi idrici sempre più responsabili, soprattutto per gli usi differenti da quelli domestici e civili, privilegiando la fascia oraria notturna, ovvero dalle 22 alle 6.

Il fine è quello di preservare le falde e le riserve degli enti gestori, di contenere gli sprechi ed evitare fenomeni di abbassamento della pressione nella rete idrica cittadina e quindi potenziali interruzioni di servizio. 

L’emergenza idrica, al pari di quella socio-ecomomica dovuta all'inflazione ed alle conseguenze del conflitto ucraino, è davvero molto preoccupante e quindi, pur in assenza di un'ordinanza specifica (al momento non necessaria) si invitano i cittadini ad utilizzare il buon senso e a limitare i consumi superflui, introducendo semplici accorgimenti nelle abitudini quotidiane.

Si ringrazia per la gentile collaborazione.

In allegato le principali raccomandazioni della Protezione Civile.

locandina_ACQUA
Allegato formato jpg
Scarica
Raccomandazioni Protezione Civile
Allegato formato jpeg
Scarica